Rum cubano: storia del rum

Il rum, si ricava dalla fermentazione e distillazione della canna da zucchero o della melassa, “un derivato della lavorazione dello zucchero”. Il rum è molto conosciuto anche per il suo utilizzo come base di alcuni cocktail famosi. Questo magnifico prodotto, è principalmente prodotto nei Caraibi e nei paesi dell’America latina. La storia del rum è molto antica: si parla infatti di che una bevanda molto simile ricavata dalla fermentazione dello zucchero era già conosciuta dalle popolazioni di Cina e India. In America, il primo rum, venne distillato nel XVII secolo in una piantagione dei Caraibi.

Gli schiavi delle piantagioni, scoprirono che la melassa, “derivato della canna da zucchero”, se lasciata fermentare, aveva un buon sapore e un alto tasso alcolico. Questo primo rum, veniva consumato immediatamente, senza lasciarlo invecchiare e senza la fase della distillazione. Questo gli valse un soprannome di tutto rispetto; “kill-devil. L’origine del termine con il quale lo conosciamo oggi “Rum” è difficile da datare. Con il tempo si iniziarono ad utilizzare dei procedimenti di distillazione e fermentazione più raffinati che permisero di eliminare le impurità e di migliorare il sapore del rum che a quel punto venne apprezzato anche in Europa. Sono stati però i film e i libri, a contribuire alla fama del rum, facendolo diventare la bevanda preferita dei pirati dei Caraibi.

Come per il vino, alche per il rum non esiste una sola tipologia, ma esistono diverse varietà, suddivise per la materia prima e procedura di distillazione. Nelle ex colonie francesi, come la Martinica e Haiti e, si produce una varietà di rum detta “Agricole”. Per questo tipo di pregiato rum si non si usa la melassa, ma solo la canna da zucchero. Il rum ricavato ha un sapore secco e corposo. Il suo alto livello di qualità, ne richiede una degustazione liscia, senza che miscelato con altri liquori. Il rum agricolo è una delle varietà più costose sul mercato. Il rum cubano, è probabilmente la varietà più conosciuta nel mondo.

La storia del rum cubano inizia nel 1793, quando si iniziarono a coltivare le piantagioni di canna da zucchero. Il rum cubano viene filtrato più volte lasciandolo passare attraverso diversi materiali, carbone, sabbia e legna che gli conferiscono un aroma unico nel suo genere. Questo rum, nelle sue varianti meno invecchiate, è in assoluto, fil rum più utilizzato per i cocktail.

Migliore rum cubano

Quando parliamo di rum cubano, il primo nome che ci viene in mente è sicuramente “Havana Club, il marchio più famoso a livello globale, nato dalla joint venture del Governo cubano con una società privata  francese, la Pernod Ricard.

Ecco la lista dei migliori rum cubani:

Havana Club (Pernod Ricard);

Havana Club Añejo (3 anni);

Havana Club Máximo Extra Añejo;

Ron Cubay (tutti i tipi)

Ron Santiago de Cuba Añejo (11 anni)

Ron Santero Añejo (11 anni)

Rum cubano: dove comprarlo

Vintage rum

Che differenza c’è tra un Rum, un Rhum e un Ron?

A prima vista sembra solamente un modo differente di scrivere la stessa parola, invece non è solo questo. Il motivo principale risale alla provenienza e tipo di colonia.

Rum: termine nato nei paesi a colonia inglese, quali le Barbados, Jamaica, Trinidad, Guiana e la zona che costeggia il fiume Demerara.

Rhum: termine nato nei paesi a colonia francese, quali Haiti e Martinica

Ron: termine nato nei paesi a colonia spagnola, quali Cuba, Colombia, Guatemala, Nicaragua, Porto Rico, Venezuela.