Rum per Zombie: la ricetta originale

Lo Zombie fa parte dal febbraio 2020 di Contemporary Classics Cocktail dell’IBA (International Bartenders Association) ed è quindi uno dei più famosi cocktail internazionali a base di rum, anche se meno conosciuto rispetto al Daiquiri e al Mojito.  Malgrado il recente riconoscimento, si tratta di un cocktail con una lunga storia che ha origine in USA nei primi anni ’30 quando Ernest Raymond Beaumont Gantt aprì ad Hollywood il locale “Don the Beachcomber”.

Ai facoltosi clienti, tra i quali le star di Hollywood, Enest iniziò a servire – assieme alla cucina esotica – dei long drinks a base di rum, frutta, sciroppi e spezie. Erano nati i cocktail “Tiki”, che venivano serviti in lunghi bicchieri decorati. Il cocktail Zombie entrò a far parte proprio di questa neonata categoria, riscuotendo un immediato successo. Dato il grado alcolico molto elevato, nacquero alcune leggende attorno al Cocktail Zombie, alimentate dallo stesso “Don Beach” che lo faceva proporre dai camerieri come un “riparatore di sogni infranti”, riportando nel menù il divieto di berne più di uno.

Come si beve il cocktail zombie

Lo Zombie per molti anni è stato considerato un cocktail quasi misterioso, essendo composto oltre in gran parte da rum, anche da due ingredienti segreti di “Don Beach”, il suo creatore: il Falernum e il Don’s mix. Negli anni si sono codificati questi ingredienti speciali: il Don’ mix secondo l’IBA è composto da 2 parti di pompelmo giallo fresco e 1 parte di sciroppo di cannella; il Falernum ha un profilo ancora non molto definito, ma si tratta di un mix fatto con rum, chiodi di garofano, scorze di lime, farina di mandorla, zenzero, zucchero: qui ne trovate una interpretazione.

Ma l’ingrediente fondamentale del Cocktail Zombie è senza dubbio il rum, che viene inserito in tre versioni, compresa una overproof (di oltre 50%). Attenzione anche alla quantità di ghiaccio della quale – come in quasi tutti i cocktail “Tiki” – viene codificata anche la grammatura, in questo caso in 170 grammi. Per la preparazione si inseriscono tutti gli ingredienti, compreso il ghiaccio con l’avvertenza di utilizzare un blender elettrico a bassa velocità, facendo attenzione a non creare un cocktail frozen e quindi troppo cremoso. Si tratta quindi di amalgamare tutti gli ingredienti per poi servire il cocktail Zombie in un bicchiere tumbler alto. La guarnizone si effettua con le foglie di menta.

Cocktail Zombie perfetto: gli ingredienti

Riportiamo qua gli ingredienti indicati dall’IBA (International Bartenders Association), anche se ne esistono moltissime varianti, che riguardano i tipi di rum impiegati e le quantità di rum:

4,5 cl di rum portoricano o cubano gold

4,5 cl di rum dark giamaicano

3 cl di rum Demerara overproof

2 cl di succo di lime fresco

1,5 cl di Falernum

1,5 cl di Don’s mix

1 cucchiaino di granatina

Angostura bitters

Pernod

170 grammi di ghiaccio

Dove acquistare il Rum

Per la scelta del rum per un ottimo Zombie, ci si orienta solitamente verso rum ambrati di origine cubana come il Matusalem Rum Solera 7 Anni. Per il Demerara, ci sentiamo di consigliarvi il Rum Special Reserve El Dorado 15 Anni

Esistono vari shop web dove acquistare il Rum per Cocktail Zombie, ma noi ti consigliamo di farlo su Amazon. Spedizione rapida, garantita e soprattutto non rischierai mai di perdere il tuo denaro. I pagamenti sono sempre assicurati e se ti registri ad Amazon Prime, potrai ricevere direttamente a casa tua il Rum al miglior prezzo del web e soprattutto senza inutili costi di spedizione.